Passeggiare a Milano con il naso in su, per evitare le brutture, il disordine poco creativo, la mancanza di un'idea di sviluppo urbanistico coerente ai tempi e di ricerca di bellezza nella città degli ultimi decenni, per ritrovarla negli ornamenti dei palazzi sopravvissuti ai secoli e alla guerra.
Queste foto nascono da un deturnamento prospettico, il ritrovare nell'architettura dei secoli passati uno sviluppo delle facciate anche nel loro senso orizzontale.
Cosa lasceremo della edilizia di questi anni oltre alle piastrelle di klinker?